E se le bibite zuccherate accorciassero la tua vita?

Un nuovo studio conferma il collegamento delle bevande piene di zuccheri con all'aumento dei rischi cardiaci

WhatsApp Share

01 Aprile 2018

Una nuova ricerca, presentata durante il meeting dell'American Heart Association, ha trovato che gli adulti oltre i 45 anni che hanno bevuto una media di 0,7 litri o più di bevande dolci e zuccherate ogni giorno hanno più del doppio delle possibilità di incorrere nel rischio di morire di malattie cardiache (nel corso di un periodo di studio di 6 anni) rispetto a quelli che hanno una media di 0,02 litri o meno.

I ricercatori hanno anche esaminato l'effetto degli alimenti pieni di zuccheri sul rischio di morte, ma non hanno trovato nessun collegamento. Hanno spiegato che anche se il corpo non sembra riuscire a compensare né le calorie derivanti dagli alimenti zuccherati né le calorie liquide, le calorie degli alimenti sono metabolizzate più lentamente poiché generalmente contengono grassi o proteine che rallentano il rilascio dello zucchero dai cibi.

È importante notare, tuttavia, che anche se lo studio è stato in grado di trovare un collegamento tra bevande zuccherate e il rischio di morte nel gruppo di studio, la ricerca non è stata progettata per dimostrare un legame di causa-effetto.

Precedenti studi avevano dimostrato un legame tra prodotti zuccherati, obesità e alcune malattie croniche, secondo i ricercatori, ma nessuno aveva considerato l'associazione tra lo zucchero aggiunto e il rischio di morte.

Lo studio inizialmente aveva coinvolto oltre 30.000 persone di età superiore ai 45 anni, ma i ricercatori hanno escluso chiunque fosse affetto da malattie cardiache o diabete di tipo 2, per rendere più facile collegare il consumo di zucchero e il rischio di morte durante il periodo di studio – alla fine, lo studio ha coinvolto quasi 18.000 persone, per le quali sono stati anche tenuti in conto il reddito, la razza, l'educazione, il fumo e la quantità di esercizio fatta.

Durante il periodo di follow-up di 6 anni, gli scienziati hanno scoperto che il rischio di morire per malattie cardiache era 2,5 volte più alto per le persone che bevevano più bevande zuccherate: la loro speranza è che questo risultato incoraggia le persone a trovare delle alternative a queste abitudini.