Kombucha

Di cosa parliamo quando parliamo di questo tè

WhatsApp Share

Partiamo dalla base: il kombucha è un tè, verde o nero, a cui vengono aggiunte vitamine, minerali ed enzimi che lo rendono una bevanda molto interessante e attraente. Infatti, è noto per le sue proprietà benefiche per la salute. Si tratta di un'antica bevanda originaria della Cina, dove veniva consumata più di 2.200 anni fa per le sue proprietà disintossicanti ed energizzanti. Poi, in seguito, si è espansa in tutto il mondo.
Per capire meglio come è fatto, c'è da dire che il Kombucha viene fermentato con una SCOBY (una coltura probiotica che, in sostanza, è una colonia simbiotica di batteri e lievito) che permette la trasformazione dei polifenoli – che sono componenti normalmente presenti in tè, frutta e verdura – in altri composti organici e aumenta l'acidità in modo da impedire la crescita di microrganismi.

Il sapore del Kombucha cambia durante la fermentazione e passa da un frizzante piacevolmente fruttato e aspro a un leggero sapore di aceto, piccante – ovviamente il sapore è molto diverso sia perché cambia da marca a marca sia perché quando viene preparato in casa è il risultato di divers mani e diverse ricette.

Come accennato, questa bevanda fermentata piccante contiene probiotici e acidi benefici: è a basso contenuto calorico rispetto ad altre bevande gassate, è senza grassi e non contiene alcuna proteina.

Non è un pozione magica, ma secondo molte prove di laboratorio e test sugli animali, può aiutare il corpo a funzionare bene poiché è un energetico, disintossica il fegato, migliora la funzionalità del pancreas, la digestione e il nostro umore – aiutandoci con l'ansia o con espressioni depressive –, aiuta l'assimilazione dei nutrienti e la perdita di peso e molto altro.

Di fatto, non c'è ancora stato uno studio definitivo sul Kombucha, quindi più che altro ci dobbiamo affidare a una sorta di «oralità» – come accadeva tradizionalmente; quello che sappiamo è che questa bevanda ha girato in tutto il mondo e le culture e questo, di certo, vuol dire qualcosa.