Vegani e vegetariani, ma con sprint

Gli integratori potrebbero essere determinanti per sostenere alcune scelte alimentari

WhatsApp Share

Il veganismo promuove uno stile alimentare privo di prodotti che vengono dal mondo animale. Dall'altra parte il vegetarianesimo, invece, esclude solo la carne e il pesce. Chi adotta una dieta di questo tipo potrebbe trovarsi, soprattutto all'inizio e per inesperienza, privo di qualche nutriente.

Oltre al DHA, ossia agli Omega3, ci sono altre sostante nutritive che potrebbero venir meno, portando malessere. Vediamole insieme...

Ferro
Rispetto a coloro che mangiano carne, la quantità giornaliera raccomandata (RDA) di ferro per i vegani (e per i vegetariani) è più alta di 1,8 volte, soprattutto a causa della mancanza di ferro eme nell'alimentazione, che si trova solo nelle fonti animali, in quanto presente nelle emoproteine muscolari. Tuttavia, possiamo trovare ferro nelle noci, nei fagioli e nei cereali.

Creatina
Il nutriente, un composto intermedio del metabolismo energetico sintetizzato dal fegato, reni e pancreas, aumenta la forza e le dimensioni dei muscoli e viene prodotto dal corpo in piccole quantità ogni giorno. Per il resto, l'introduzione avviene soprattutto attraverso il cibo, principalmente la carne. Se decidete di prendere un integratore, non fatelo prima di aver consultato un medico per il dosaggio. Se, invece, avete intrapreso un nuovo regime alimentare, ricordatevi di far un esame del sangue ogni tanto, per tenere tutti i parametri sotto controllo.