I benefici della vitamina D durante il primo anno di vita dei bambini

Per lo sviluppo della massa muscolare e contro il grasso corporeo dei nostri figli: un apporto sano di vitamina D

WhatsApp Share

Uno studio pubblicato sulla rivista Pediatric Obesity si è concentrato sulla composizione corporea dei bambini durante i primi anni di vita, partendo dal presupposto che l'importanza dell'impatto della supplementazione di vitamina D non era affatto chiara. Gli obiettivi di avere più massa muscolare e meno grasso corporeo nei bambini possono essere assolti meglio, a quanto dicono i ricercatori, se non si sottovaluta l'esigenza della vitamina D per la densità ossea. 

Il collegamento tra i vantaggi di raggiungere la salute muscolare nei primi 36 mesi di un bambino e l'apporto di vitamina D sono stati raggiunti dai ricercatori, attraverso uno studio che ha seguito, dal 2013, 132 bambini a Montreal, nella provincia canadese del Quebec: essi hanno ricevuto un supplemento di vitamina D3 in quattro diversi dosaggi, nell'età compresa tra 1 e 12 mesi. 

Questo nuovo studio, oltre a confermare l'importanza della vitamina D nello sviluppo di ossa forti (non ci sono state grandi differenze, in questo senso, tra i diversi gruppi di dosaggio), ha rivelato che i bambini che avevano depositi di vitamina D al di sopra della soglia raccomandata dalla Canadian Paediatric Society (CPS) avevano una media di circa 450 grammi di grasso corporeo in meno al compimento dei 3 anni di età. 

Le supplementazioni sono, in generale, una raccomandazione di routine per i bambini. Infatti, fino a che i nostri figli non potranno ottenere una quantità adeguata di vitamina D attraverso la loro dieta, attraverso l'esposizione alla luce solare (la pelle sintetizza la vitamina D grazie al sole, ma a parte che il sole non è sempre «disponibile», non è nemmeno molto bene esporre i bambini alla sua luce diretta) o mediante l'attività fisica, è bene tenere alti i livelli di questa vitamina in altra maniera.  

[/pb_text][/pb_column][/pb_row]