5 domande da farti prima di comprare qualcos'altro per la casa

Comprare, comprare, comprare... Fermiamoci un attimo. Ne abbiamo bisogno? Ci piace veramente? Ecco come evitare acquisti inutili

WhatsApp Share

La casa è il nostro piccolo regno e molti di noi amano darle un tocco personale, aggiungendo arredamento, oggetti, opere d'arte: un sacco di cose che definiscono il nostro stile magari aumentano il nostro comfort. Tuttavia c'è sempre il rischio di lasciarsi prendere la mano ed accumulare troppo materiale. Quindi, se hai già molte cose, prima di aggiungerne, fatti qualche domanda, ad esempio:

1. Perché ti piace?

Perché hai puntato quell'oggetto? È nel tuo stile o va di moda? Perché le mode passano molto velocemente quindi a breve potresti volertene disfare. Pensa se è qualcosa che può stare bene in casa per un lungo periodo.

2. Starà bene con ciò che già hai?

È una considerazione importante, perché a volte, presi dall'entusiasmo, finiamo per comprare cose che poi non sappiamo come o dove collocare; magari solo perché ci sono piaciute al primo impatto.

3. Starà bene in diverse stanze?

Puoi chiedertelo per molte cose: cuscini, lampade, tavolini. Se possono adattarsi a vari ambienti sarà più facile che durino a lungo nel tuo arredamento.

4. Qualità?

Ok la bellezza, ma dura? Spesso cose molto economiche ci soddisfano nell'immediato e ci tentano perché costano poco, ma non sono mai un buon affare. Anzi, a volte durano una stagione e poi finiscono nella spazzatura. Non è nemmeno un atteggiamento ecologico. 

5. Ha una storia?

Spesso ci affascina un oggetto se ha una storia dietro, se è stato fabbricato in un contesto particolare, se per noi rappresenta qualcosa. Prodotti industriali di massa tenderanno a 'stufarci' prima.

E comunque circondarci di oggetti non ci garantirà la felicità. 
Spendere per un viaggio o per un nuovo smartphone? Vi consigliamo la prima opzione. Anche gli psicologi lo dicono.

a.po