Riparare le crepe con i funghi

Un nuovo calcestruzzo auto-guarente usa i funghi come se fossero globuli bianchi

WhatsApp Share

05 Marzo 2018

Gli scienziati della Binghamton University hanno sviluppato un nuovo incredibile cemento, di cui hanno parlato in uno studio pubblicato di recente sulla rivista «Construction and Building Materials». Il professore Congrui Jin e il suo team hanno raccontato i modi con cui un tipo speciale di funghi, il Trichoderma reesei, può agire come agente sigillante se mescolato con il cemento. L'idea è stata originariamente ispirata dalla capacità del corpo umano di curarsi dalle ferite, quindi questo fungo agisce come farebbe un globulo bianco: andando a sostituire e a sistemare le crepe lì dove si formeranno.

Chiaramente questo è un problema quanto mai attuale: i sottoinvestimenti e l'uso di materiali scadenti hanno portato sia il nostro paese che altri a dover affrontare la pericolosità di case, ponti, autostrade e infrastrutture di vario genere a rischio crollo – basta ricordarsi di quello che i terremoti sono riusciti a fare in Italia, negli ultimi anni. Le crepe, infatti, senza trattamenti adeguati, portano a indebolimenti strutturali.

«Se le microfratture si espandono e raggiungono in rinforzo in acciaio», ha detto Jin, «non solo il calcestruzzo verrà attaccato, ma anche il rinforzo sarà corroso, poiché è esposto ad acqua, ossigeno, possibilmente CO2 e cloruri, portando a un cedimento strutturale».
Con un calcestruzzo più facile da riparare, il costo della manutenzione dell'infrastruttura diminuirebbe ed è questo il punto in cui interviene il Trichoderma reesei: il fungo viene mescolato con il cemento e giace dormiente fino a quando appare la prima fessura nel calcestruzzo; a quel punto, quando acqua e ossigeno permeano la crepa, le spore fungine germinano, si espandono e creano carbonato di calcio per riempire la fessura.

Anche se la tecnologia è ancora nella sua fase iniziale, la sua applicazione su piccola scala ha avuto molto successo, dimostrando che il calcestruzzo auto-guarente potrebbe diventare veramente adattabile a molte situazioni.