Ecoinvenzioni: la mega stampante 3D che costruisce case a km zero

La stampante 3D BigDelta 12 sarà il dispositivo automatizzato piu' grande del mondo per la costruzione ecosostenibile degli edifici

WhatsApp Share

 

Una mega stampante 3D che costruisce case a km zero. E' questo, in sintesi, l'interessante progetto proposto dall'azienda italiana 'Wasp', per realizzare la stampante 3D più grande del mondo, in grado di costruire edifici 'sostenibili' con argilla del territorio.

La nuova stampante 3D, battezzata col nome di 'BigDelta 12', sarà alta circa 12 metri ed avrà la capacità di costruire case in tempi brevi, risparmiando non solo sui materiali da lavoro, ma anche sul combustibile e l'elettricità solitamente impiegati nei processi produttivi del settore edile.

La mega stampante 3D 'BigDelta 12' inoltre, potrà costruire case a partire dall’argilla reperita sui territori, dalla porcellana o dalla ceramica (si sta sperimentando anche con paglia e terra), con un conseguente abbattimento dei costi rispetto ai materiali 'cugini' in muratura o legno che vengono attualmente utilizzati.

La mega stampante 3D 'BigDelta 12' rappresenta, a detta degli stessi progettisti, 'una visione molto più estesa rispetto a quella di una casa a costo zero'. In pratica, si tratta di 'un nuovo modello in cui tutto può essere autoprodotto grazie a soluzioni condivise fornite dalla stampa 3D e legate alla necessità primarie: lavoro, salute e abitazioni'.

 

La mega stampante 3D 'BigDelta 12', attualmente non operativa nel settore edile, è stata esposta alla Biennale dell'Eresia di Orvieto il 25-27 settembre scorso e mostrata in funzionamento il 18 settembre a Massa Lombarda (Ravenna). Altri appuntamenti espositivi relativi alla nuova eco-invenzione sono disponibili in calendario su questo sito. Per maggiori informazioni sul progetto, è infine possibile consultare la pagina web ufficiale della 'Wasp'.

ML