Bici poco amata dagli italiani e dall'Italia

 L'Italia maglia nera in tema di bici, sicurezza, importanza del cicloturismo, mercato delle bici

WhatsApp Share

 

 

Italia poco amica delle bici e dei ciclisti. Nella speciale classifica stilata dalla Federazione ciclisti europea (ECF) l'Italia è scesa dal 15/mo al 17/mo posto. Sembra che in percentuale di utilizzatori di bici, sicurezza, importanza del cicloturismo, mercato delle bici nuove e presenza di attivisti pro­bici gli italiani siano nettamente calati facendosi addirittura sorpassare da Croazia (new entry) e Lituania.

Quali le nazioni maglie rosa? Nelle prime tre posizioni si riconfermano Danimarca, Olanda e Svezia, mentre salgono Slovenia (dal 12/o al 7/o), Lussemburgo (19/o al 13/o) e Spagna (dal 23/o al 18/o).

C'è comunque una buona notizia. Nella quarta edizione della 'European Cycling Challenge' ECC2015, la gara a squadre fra ciclisti urbani in corso durante tutto il mese di Maggio tra 39 città europee che premia la città che totalizza più chilometri, le 8 città italiane partecipanti si stiano facendo valere. Dopo oltre metà gara Roma è al quarto posto grazie ai 1.400 romani che hanno

 

registrato tramite una app o via web le distanze percorse. Ottimi risultati stanno ottenendo anche padovani (7/mi) e bolognesi (8/vi). Le altre città italiane partecipanti sono: Reggio Emilia, Savona, Napoli e Brescia.

gc