Menopausa? Attente al cuore!

Quando i sintomi della menopausa peggiorano, anche il cuore è più a rischio

WhatsApp Share

Secondo un nuovo studio, pubblicato sulla rivista «Menopause» della North American Menopause Society, potrebbe esserci un collegamento tra l'aggravarsi dei sintomi della menopausa di una donna e il suo rischio di malattie cardiache. 

Sebbene la ricerca non possa provare un rapporto causa-effetto tra le due condizioni, riesce a mettere in evidenza un collegamento tra alcuni fattori di rischio specifici per le malattie cardiache e la menopausa, un risultato che dovrebbero incoraggiare sia le donne che i medici ad occuparsi maggiormente dei sintomi di quest'ultima per aiutare a prevenire il rischio di problemi al cuore.

Lo studio ha monitorato i risultati di 138 donne in menopausa al fine di confrontare il loro umore, i sintomi della menopausa e la loro qualità della vita con i marcatori chiave dell'invecchiamento vascolare – ovvero la condizione dell'invecchiamento dei vasi sanguigni.

In tutte le fasi della menopausa, l'irrigidimento delle arterie e la disfunzione dei vasi sanguigni sono stati associati all'aggravarsi e all'essere più frequenti dei sintomi della menopausa, nonché a una minore qualità della vita.

Gli ormoni sono molto importanti, sia per il loro potere antiossidante che per il fatto che agiscono come mediatori della salute vascolare attraverso il loro effetto sulla serotonina: infatti, è proprio il declino degli estrogeni durante la menopausa che potrebbe spiegare i cambiamenti nei rischi cardiaci.

Che fare quindi? Sicuramente tenersi sotto controllo e optare per uno stile di vita sano possono essere due maniere per prendere sul serio i risultati di questo studio e ottenere dei benefici nei riguardi della riduzione del proprio rischio di incorrere in malattie cardiache.