11 cibi che sparirebbero senza l'impollinazione

Non tutti sanno che oltre al miele, anche altri alimenti esistono solo perché sono impollinati dalle api o da altre creature

WhatsApp Share

Quello dell'impollinazione è un concetto molto importante da sottolineare, visto quanto le api, le farfalle, gli uccelli, i coleotteri e gli altri impollinatori sono minacciati. Minacce arrivano dall'inquinamento, dai cambiamenti climatici, dalla distruzione degli habitat e dall'uso di pesticidi ed erbicidi tossici, ma forse la più grande minaccia – come spesso succede – è data dall'ignoranza umana su quanto siano essenziali queste creature per il ciclo della vita, così come per la nostra catena alimentare.

A livello globale, 87 delle 115 principali colture alimentari dipendono da impollinatori animali e contribuiscono al 35% della produzione alimentare mondiale. Negli Stati Uniti, infatti, è stata istituita la settimana nazionale degli impollinatori per mantenere viva l'attenzione su questo tema. E proprio dagli Stati Uniti, precisamente dalla California, viene uno degli esempi per capire quanto siano importanti gli impollinatori per le colture – le api, in questo caso specifico.

In California, l'industria delle mandorle necessita dell'aiuto di circa 1,4 milioni di alveari (non di 1,4 milioni di singole api, ma delle migliaia di api che vivono in ognuno di quegli alveari), ma le api solo al collasso e avendo gli apicoltori americani perso circa 10 milioni di alveari – ad un valore corrente approssimativo di 200 dollari ciascuno – questo ha messo in crisi quel mercato, facendo lievitare i prezzi e mettendo a rischio il sistema.

Ma non solo solo le mandorle ad avere bisogno dell'impollinazione, ecco altri alimenti per cui gli impollinatori sono vitali:

1. Le mele (e tutti i tipi di altri alberi da frutto, tra cui pesche, albicocche, susine, limoni, lime e ciliegie)
2. Fragole (così come bacche di sambuco, more, lamponi e mirtilli)
3. Cipolle
4. Avocado
5. Fagiolini (e molti altri tipi di fagioli)
6. Caffè
7. Olio di girasole (e altri oli)
8. Pomodori (e cetrioli)
9. Uva
10. Cavolfiore (più cavoli, broccoli, rape e cavolini di Bruxelles)
11. Barbabietole