Imu agricola, tassa incostituzionale?

Condividi questo articolo:

 

Anci Puglia bolla come tassa incostituzionale l’Imu agricola e rivolge un appello ai parlamentari

 

 

 

Sembra non trovare fine la querelle sull’Imu agricola. E se una fina ci sarà non sembra essere positiva per gli agricoltori. È per questo che l’Anci Puglia è scesa in campo, consegnando direttamente nelle mani del Ministro degli Affari Regionali Maria Carmela Lanzetta un documento per chiedere di annullare definitivamente l’introduzione dell’IMU sui terreni agricoli, bollandola come una tassa incostituzionale, e annunciando un ordine del giorno da approvare in tutti i Comuni della Puglia il prossimo 16 dicembre. L’Anci Puglia, infine, ha rivolto un appello ai parlamentari pugliesi.

 

 

‘Accogliamo favorevolmente la presa di posizione dei Sindaci pugliesi. Il punto di vista del Movimento 5 Stelle, al contrario delle idiosincrasie tra parlamentari PD e Governo, è sempre stato chiaro. Così come è formulata, l’IMU agricola è una legge incostituzionale. L’art. 53 della Costituzione, infatti, dispone che ciascuno contribuisce alla spesa pubblica in base alle proprie capacità contributive, mentre l’IMU in questo caso viene modulata in base all’altitudine dei terreni. Il mero rinvio, per giunta di appena 40 giorni, non serve agli agricoltori già colpiti duramente da una annata particolarmente negativa. Abbiamo cercato di scongiurare questo intervento durante la discussione del decreto sul Bonus Irpef della scorsa estate, ma tutti nostri tentativi sono rimasti inascoltati. Ora non ci resta che chiedere ai parlamentari del Partito Democratico di sostenere e votare i nostri emendamenti alla Legge di Stabilità che presenteremo per eliminare definitivamente questa tassa illogica’, ha dichiarato il deputato Giuseppe L’Abbate, capogruppo M5S in Commissione Agricoltura alla Camera. 

gc

 

Questo articolo è stato letto 1 volte.

Anci Puglia, Imu, imu agricola, puglia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net