Land Grabbing: numeri che fanno paura

Condividi questo articolo:

Che cos’è è land grabbing? Quali sono i numeri? 

 

Il land grabbing è l’affito o l’acquisto di grandi appezzamenti di terra, da parte di Paesi ricchi in Paesi più poveri. Il costo del terreno è irrisorio, e per le imprese del Paese che economicamente è agiato è un vero affare. Benetton , un impresa italiana, ha acquistato molti ettari di terra in Argentina.

‘Con il land grabbing le multinazionali si sono accaparrate nel mondo 86 milioni di ettari negli ultimi 6 anni, 5 volte la superficie dell’Italia’, denuncia Eric Holt-Giménez, direttore di Food First, tra i relatori della conferenzaal Salone del Gusto e Terra Madre che ha affrontato il fenomeno dell’accaparramento dei terreni. ‘Bisogna creare dei forti movimenti sociali e cercare di cambiare le leggi. Questa l’unica soluzione’, dal momento che le vittime del land Grabbing sono numerose e diverse.

Ma quali sono i numeri del fenomeno? Alcuni dati recenti sul fenomeno arrivano da Grain.org, che ha documentato 416 investimenti di land grabbing dal 2006 al 2012, che hanno interessato quasi 35 milioni di ettari di terreno in 66 paesi destinati tutti alla produzione di colture alimentari.

 

L’Africa è l’obiettivo primario dei land grabbers, ma sono ingenti  anche gli investimenti in America Latina, Asia ed Europa dell’Est. 

gc

Questo articolo è stato letto 1 volte.

agricoltura, land grabbers, land grabbing, poveri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net