Il prodotto piu' esportato del made in Italy? Il bergamotto calabrese batte l'olio pugliese e il vino toscano

Lo sanno in pochi ma il prodotto made in Italy più esportato al mondo è il bergamotto di reggio Calabria, usato molto dall'industria profumiera e poi da quella alimentare e farmaceutica. Il bergamotto calabrese per le esportazioni batte l'olio d'oliva pugliese e il vino toscano

 
 
Pochi lo sanno, ma il bergamotto “Made in Calabria” è il Made in Italy più esportato del mondo. L’agrume non viene solo usato dall’industria agroalimentare per produrre bevande storiche come il Chinotto, e dall’industria farmaceutica per le sue proprietà antisettiche e antibatteriche, ma viene impiegato per il 90 per cento dall’industria profumiera di tutto il globo.
 
 
 
Il bergamotto infatti ha la capacità di fissare il bouquet aromatico dei profumi e armonizzarne le essenze. In pratica quasi il cento per cento della produzione Dop viene esportato. Tra i paesi importatori al primo posto la Francia seguita dall’Inghilterra, dagli Stati Uniti, Germania e Svizzera. Unico paese “concorrente” dell’Italia è la Costa d’Avorio, dove si producono ottomila chili l’anno a fronte dei centomila che vengono prodotti a Reggio Calabria. Senza contare che se l’olio essenziale che viene ricavato in Costa d’Avorio conta circa 150 componenti, quello calabrese ne conta oltre 360. Insomma, il bergamotto Made in Calabria – molto più conosciuto all’estero che in Italia – può essere un vero e proprio volano per la crescita economica della regione e per la sua promozione all’estero. Se si ragiona in percentuale infatti, il made in Italy più esportato al mondo non è l’olio d’oliva della Puglia o il vino della Toscana, ma proprio il bergamotto calabrese.
 
 
Nereo Brancusi
 

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER