Misteri svelati

Condividi questo articolo:

I ricercatori sono finalmente riusciti a sequenziare il genoma del calamaro gigante

Il calamaro gigante è una creatura misteriosa, che non è mai stata catturata viva e che quindi ha sempre messo parecchio in difficoltà i biologi, lasciandoli al buio su molti dei suoi comportamenti e delle sue evoluzioni di crescita.

Ora, però, gli scienziati hanno fatto un grande passo in avanti riuscendo a sequenziare l’intero codice genetico dell’animale – che era grande, per dimensioni, circa il 90% del codice genetico umano, secondo quanto riferito da un comunicato stampa.

Dopo aver sequenziato i suoi geni, i ricercatori dell’Università di Copenaghen e del Marine Biological Laboratory hanno scoperto diverse stranezze nel DNA del calamaro gigante che hanno dato agli scienziati nuovi strumenti con cui comprendere questi animali bizzarri.

Per esempio, hanno individuato oltre 100 geni nel genoma del calamaro gigante che non si trovano in genere negli invertebrati, compresi quelli legati allo sviluppo del cervello, offrendo potenzialmente una spiegazione del perché i calamari giganti hanno cervelli molto più complessi rispetto agli altri invertebrati.

Lo studio, pubblicato sulla rivista GigaScience, suggerisce che il calamaro si sia evoluto per raggiungere le sue enormi dimensioni attraverso un meccanismo biologico diverso rispetto ai grandi vertebrati.

«In termini di geni, abbiamo scoperto che i calamari giganti assomigliano molto ad altri animali», ha detto la ricercatrice Caroline Albertin. «Questo significa che possiamo studiare questi animali davvero bizzarri per imparare di più su noi stessi».

 

Questo articolo è stato letto 1 volte.

calamaro, calamro, Genoma, gigante, scoperto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net