Strade di plastica

Condividi questo articolo:

A Los Angeles si vuole sostituire il cemento del manto stradale con la plastica riciclata

Per gestire meglio i rifiuti di plastica e trasformarli in una risorsa preziosa – invece che un peso di cui liberarsi –, Los Angeles è in trattativa con la società di innovazione Technisoil per integrare in modo sostenibile la plastica nelle strade della città. Grazie alla sostituzione di materiali stradali asfaltati con i con rifiuti di plastica riciclata, si punta a risparmiare sia sui costi di costruzione delle strade sia sulle attività di gestione dei rifiuti.

Sono proprio queste due questioni globali – ovvero l’eccesso di rifiuti di plastica e la manutenzione sostenibile delle strade – che stanno guidando Los Angeles e Technisoil verso il loro progetto di riutilizzo della plastica nelle strade.

La metodologia innovativa di integrazione sarà testata all’angolo tra la West First Street e la North Grand Avenue. Innanzitutto, i rifiuti di plastica verranno frammentati in pellet; poi questi pellet verranno fusi in un tipo di materiale a base di olio, chiamato bitume – il bitume è l’agente legante a base di petrolio nell’asfalto –; a quel punto, l’«olio di plastica» verrà miscelato con altri materiali di pavimentazione per creare un tipo di asfalto mescolato con la plastica.

In questo modo si avrà un’alternativa meno costosa rispetto al bitume o all’asfalto tradizionale e i tempi di lavoro saranno minori (l’asfalto impregnato di plastica riduce la quantità di petrolio nell’asfalto, quindi queste strade richiederanno meno tempo per il montaggio): insomma, si avrà una soluzione finanziariamente più fattibile.

Inoltre, a livello ambientale, queste strade avranno un’impronta di carbonio inferiore a quelle tradizionali perché la plastica riproposta produce meno emissioni, senza contare che saranno molto resistenti – hanno una durata più lunga e sono sette volte più forti dell’asfalto normale – il che si traduce in una minore necessità di manutenzione stradale.

Gli ambientalisti temono che la plastica fuoriesca e raggiunga i corsi d’acqua, ma sia la città di Los Angeles che Technisoil affermano di aver eseguito test che dimostrano il contrario.

 

Questo articolo è stato letto 18 volte.

Los Angeles, manto stradale, plastica riciclata, riciclo, rifiuti di plastica, riutilizzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net