Una nuova forza della natura: la quinta

Uno studio mostra le prove per l'esistenza di una quinta forza che va ad aggiungersi alle 4 fondamentali della natura e che potrebbe spiegare la materia oscura

Finora, i fisici hanno sempre parlato di quattro forze fondamentali della natura: interazione gravitazionale, interazione elettromagnetica, interazione nucleare forte e interazione nucleare debole. Ma potrebbe essere che ora le cose stiano per cambiare, visto che dei ricercatori hanno trovato nuove prove per dimostrare l'esistenza di una quinta forza della natura.

Tutto parte da una scoperta fatta nel 2016 da alcuni scienziati dell'Istituto per la Ricerca Nucleare di Ungheria: come hanno spiegato in uno studio pubblicato sulla rivista Physical Review Letters, questi studiosi hanno raccolto prove su come una forza precedentemente sconosciuta fosse coinvolta nel decadimento radioattivo dell'isotopo del berillio-8.

Dopo questa scoperta, hanno continuato negli studi e hanno appena pubblicato un nuovo articolo sul server di prestampa arXiv dove descrivono in dettaglio le prove di come quella stessa forza misteriosa agisca anche sugli atomi di elio, a determinate condizioni.

Si tratterebbe di un un tipo completamente nuovo di bosone fondamentale – i fisici lo chiamano X17, per ora – che non potrebbe essere una delle particelle che trasportano le quattro forze conosciute, vista la sua grande massa distintiva (17 megaelettronvolt) e la sua piccola durata.

Se questo studio dovesse passare indenne alle revisioni (trovare una nuova particella è una cosa grossa quindi ci sono molti controlli da fare prima di festeggiare), dimostrerebbe l'esistenza di una quinta forza della natura che potrebbe essere la chiave per capire molte cose – tra le quali anche il mistero della materia oscura, la strana sostanza che sembra tenere unito tutto l'universo.

 

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER