ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Coronavirus: Meloni, 'lockdown tardi e tardi si è riaperto' (2)-Centrodestra: Fi, nessuno guarda a piccole forze che disperdono area centro (2)-Dl agosto: Gelmini, 'inserire detrazioni per rette scolastiche'-**Coronavirus: in Lombardia 76 nuovi positivi, aumentano guariti e dimessi**-Omofobia: Salvini, 'no processo a chi dice che bambini devono avere mamma e papà'-**Migranti: Salvini, 'ti chiedono mascherina se fai il bagno e 15mila balordi portano virus'**-Fisco: Fraccaro, 'con circolare Agenzia Entrate Superbonus pienamente operativo' (2)-Dl agosto: Napoli (Fi), 'solo pezze a colori'-Fase 3: Candiani (Lega), 'drammatico prezzo chiusura Sicilia'-Dl agosto: Confesercenti Sicilia, 'ora si muovano anche Regione ed enti locali'-Migranti: dopo trasbordo su nave quarantena all'hotspot di Lampedusa restano in trecento-Superbonus 110%: tutte le ultime novità-Sabella: "Riforma Csm? Sorteggio puro o correnti non saranno scardinate"-Trapani: aggredisce carabinieri dopo avere speronato auto ubriaco, arrestato-Astronomia: magia stelle la notte di San Lorenzo, tech Leonardo svela astri (2)-Astronomia: magia stelle la notte di San Lorenzo, tech Leonardo svela astri (3)-Fase 3: Silb Confcommercio Palermo, 'collaborazione con la Questura per controlli'-Sicilia: Lupo (Pd), 'Musumeci non se la prenda con il governo, faccia mea culpa'-Fase 3: Fiba Confesercenti, 'stabilimenti balneari pronti ad affrontare Ferragosto in sicurezza'-Libano: bandiera esposta a Palazzo Comune Palermo, Orlando 'in segno di solidarietà'

Casas Melhoradas

Condividi questo articolo:

Nasce un progetto per costruire alloggi sostenibili ed economici in Mozambico

Nella speranza di avviare uno sviluppo urbano sostenibile in Mozambico, uno dei paesi più poveri del mondo, Johan Mottelson e Jørgen Eskemose dell’Institute of Architecture, Urbanism & Landscape del KADK, la ONG di Mozambico Estamos e gli Architetti senza Frontiere danesi hanno unito le forze per sviluppare Casas Melhoradas, un progetto di ricerca di alloggi a prezzi accessibili.

Il prototipo di alloggio è stato pensato per essere sensibile alla densità urbana e alle pratiche sostenibili: si tratta di una villetta a schiera che si adatta a dare spazio a sei abitazioni su un terreno che normalmente sarebbe stato utilizzato per abitazioni monofamiliari – in questo modo si combatte l’idea sbagliata di espansione urbana che ci è stata fino a questo momento.

Il progetto è stato completato nel 2018, in collaborazione con i costruttori locali, con i quali sono stati testati modelli di abitazioni, tecniche di costruzione e metodi di produzione, compresi gli esperimenti con la prefabbricazione. Grazie a Casas Melhoradas si spera di sviluppare metodi di costruzione alternativi e tipologie abitative più economiche e sostenibili, dando la possibilità di affittare alloggi a prezzi accessibili grazie a partnership pubbliche e private.

Le unità abitative vengono affittate tramite un’organizzazione locale di edilizia senza scopo di lucro che, poi, utilizza i soldi per reinvestire in altri progetti alternativi. Esse dispongono di cucine esterne private (una necessità dovuta all’uso predominante del carbone) dotate di stufe a gas nel tentativo di ridurre l’inquinamento atmosferico; i bagni sono in comune, così come la lavanderia, in cortili comuni; c’è anche un tetto verde per migliorare il microclima.
Casas Melhoradas è attualmente alla ricerca di donatori e investitori per future collaborazioni.

Questo articolo è stato letto 10 volte.

africa, casa, case, Mozambico, povertà

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net