Una difesa fatta di bambù

Per proteggere una comunità indiana dalle inondazioni, un'associazione no profit ha costruito delle palafitte (rinforzate)

Dopo che le catastrofiche inondazioni dell'India nord-orientale del 2017 hanno devastato lo stato di Assam, le organizzazioni no profit SEEDS (Sustainable Environment and Ecological Development Society) hanno collaborato con l'organizzazione locale NEADS (North-East Affected Area Development Society) per creare 80 case in grado di resistere alle inondazioni.

Progettate e realizzate in collaborazione con la comunità locale della suddivisione di Golaghat in Assam, queste 80 unità si sono ispirate alla tradizione regionale delle case sulle palafitte fatte di bambù, a cui sono state aggiunte altri materiali per rafforzarle e rendere più resistenti ai disastri.

Situato all'interno della più grande riserva di bambù dell'India, vicino al fiume Brahmaputra, Golaghat si trova nella valle dell'Assam e presenta un clima tropicale monsonico che porta forti piogge e inondazioni quasi ogni anno – problemi che sono aggravati da una notevole attività sismica della regione. Il completamento delle case su palafitte di bambù è stato possibile grazie al sostegno finanziario del conglomerato indiano Godrej.

Ciascuna casa è di 23 metri quadrati ed è stata progettata per soddisfare gli Sphere Humanitarian Standards. I trampoli che elevano la palafitta sono abbastanza alti da creare una spaziosa area ombreggiata al di sotto delle case che può essere utilizzata per una varietà di scopi – come la tessitura, l'allevamento del bestiame, lo stoccaggio di barche o la ricreazione. La flessibilità che è stata creata nella struttura
dell'edificio consente inoltre ai proprietari di ogni abitazione di alzare il pavimento ancora più in alto in caso di allagamento.

Infine, la costruzione è stata rinforzata con fondali di bambù inseriti più in profondità e racchiusi nel cemento, colonne di bambù gommate per una migliore impermeabilizzazione e un rinforzo incrociato per la stabilità.

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER