Biomasse: il rilancio della chimica verde in Italia

Condividi questo articolo:

L’associazione SPRING si propone di rilanciare il settore della chimica verde e lo sviluppo delle biomasse in Italia

Un progetto per rilanciare il settore della chimica verde e lo sviluppo delle biomasse in Italia. Stiamo parlando di ‘SPRING’ (Sustainable Processes and Resources for Innovation and National Growth), uno dei Cluster Tecnologici promossi dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca nell’ambito del Programma Quadro per la Ricerca Europea Horizon 2020.

Per promuovere la chimica verde dalle biomasse, ‘SPRING’ si pone l’obiettivo generale di incoraggiare la collaborazione tra imprese ed enti di ricerca italiani, sensibilizzando contemporaneamente le istituzioni pubbliche verso lo sviluppo di nuove forme di energia pulita. Costituito come Associazione senza scopo di lucro, ‘SPRING’ è stato fondato da imprese come ‘Biochemtex’, ‘Novamont’ e ‘Versalis’, oltre che da ‘Federchimica’. Tra le attività più specifiche di ‘SPRING’, ci sono inoltre: la determinazione delle specie vegetali più idonee (scarti o colture dedicate) da utilizzare in processi di bioraffineria; la costruzione di nuove filiere con il mondo agricolo; la creazione di bioraffinerie integrate nel territorio; il recupero di aree industriali preesistenti in una prospettiva di sostenibilità; lo sviluppo di nuovi prodotti a basso impatto ambientale.

Nell’ambito della promozione della chimica verde dalle biomasse, la nuova associazione si impegna inoltre a promuovere azioni di ricerca, di trasferimento tecnologico, di divulgazione e formazione, che diano impulso alla bioeconomia e alla trasformazione dei processi e dei prodotti industriali convenzionali in processi efficienti nell’uso delle risorse e dell’energia

Secondo Cesare Puccioni, presidente di Federchimica: – ‘La Chimica da biomasse, anche definita ‘chimica verde’, è un bell’esempio per far capire a tutti che il nostro settore offre soluzioni possibili per una sostenibilità che tenga conto, oltre che degli aspetti ambientali, anche delle implicazioni economiche e sociali. Ci aspettiamo che le Istituzioni ne comprendano pienamente il ruolo e vorranno adottare politiche di sostegno adeguate per un settore in cui l’Italia è all’avanguardia, che apre vasti orizzonti sul fronte tecnologico e di sviluppo industriale.’

(ml)

Questo articolo è stato letto 1 volte.

biomasse, chimica, chimica verde, energia, verde

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net