Camion VS Auto elettriche

Secondo l'AIE, le vendite in aumento di suv e pickup stanno annullando il risparmio generato dalle auto elettriche

Il grande vantaggio delle auto elettriche è che non ci sono emissioni di gas di scarico perché non c'è gas di scarico. E, nonostante qualche resistenza e qualche lamentale, questa tipologia di trasporto è sempre più in voga, secondo quanto raccontato dall'Agenzia internazionale dell'energia (AIE).

Secondo i dati raccolti tra i piani futuri delle prime 20 case produttrici di automobili, c'è un aumento di dieci volte delle vendite annuali di auto elettriche che arriveranno «a 20 milioni di veicoli all'anno entro il 2030», partendo «da 2 milioni nel 2018» – una crescita che vuol dire che, entro il 2030, quasi il 7% della flotta di auto sarà elettrica.

Bene, no? In parte, perché anche se verrebbe da dirci che siamo all'inizio di un'era in cui le autovetture tradizionali andranno in soffitta, portandosi con loro la parte di domanda di petrolio che gli è necessaria per muoversi – ovvero quasi un quarto della domanda mondiale – in realtà, mentre aumentano le auto elettriche, stanno aumentando anche le emissioni generate dai trasporti tradizionali e questo perché, anche se cala la quantità di auto non elettriche vendute, aumentano gli acquisti di SUV, pickup e camioncini.

In media, i SUV consumano circa un quarto di energia in più rispetto alle auto di medie dimensioni. Di conseguenza, l'economia globale del carburante è peggiorata, in parte, proprio a causa della crescente domanda di SUV dall'inizio del decennio – che ha inciso nonostante i miglioramenti generati dall'efficienza nelle auto più piccole.

E le cose stanno anche peggiorando perché, se continuiamo così, i consumi generati da Suv&company, entro il 2040, finiranno per annullare i risparmi generati dalle auto elettriche e quindi tutti i nostri sforzi in questo senso.

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER