Microfoni e Gps sugli Autobus: pro e contro

Condividi questo articolo:

 

Per rendere i mezzi pubblici più sicuri e puntuali si pensa di installare sui mezzi Atac microfoni nascosti e gps

 

 

 

 

Incentivare l’utilizzo dei mezzi pubblici. È anche questo l’obiettivo del Grande Fratello sui mezzi Atac, ovvero dell’installazione di microfoni e gps sugli autobus. Il sistema satellitare permetterà il monitoraggio delle corse dei mezzi: la Centrale operativa della mobilità potrà sapere in tempo reale dove sono gli autobus e quanto tempo impiegano a raggiungere fermate e capolinea, anche tenendo in considerazione i flussi del traffico. In questo modo sarà possibile capire se è il caso di aumentare gli autobus e monitorare anche il lavoro degli automobilisti.

 

Discorso diversi è invece per i microfoni. È vero che potrebbero diventare una misura di sicurezza, finalizzata a ‘leggere’ le situazioni di pericolo e intervenire per tempo, ma è vero anche che qualcuno ascolterebbe le conversazioni dei passeggeri a bordo senza che questi se ne accorgano.

 

I due sistemi andranno a sommarsi alle telecamere di videosorveglianza già presenti, secondo quanto riporta Il Messaggero, su circa 400 mezzi della municipalizzata capitolina.

 

‘Abbiamo deciso che Atac installerà il sistema di monitoraggio entro maggio 2015′ ha dichiarato l’assessore alla Mobilità Guido Improta . Grazie al sistema dovrebbe essere possibile ‘sapere in ogni istante dove sono i mezzi, se c’è qualche anomalia, e chiedere all’autista il motivo per cui non si sta rispettando l’ordine di servizio.

gc

 

Questo articolo è stato letto 1 volte.

atac, autobus, GPS, mezzi pubblici, mezzi pubblici Atac

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net