ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Ambiente: Caretta (Fdi), 'sbagliato stop a caccia moriglione e pavoncella'-Zangrillo: "Seconda ondata virus? Nessuno lo sa, immaginiamo di no"-Coronavirus: Zangrillo, 'paura era giustificata, ai ragazzi dico di usare cautela'-Coronavirus: Zangrillo, 'paura era giustificata, ai ragazzi dico di usare cautela' (2)-**Coronavirus: Zangrillo, 'ho rispetto per Cts ma noi non siamo 'poveri clinici'**-Coronavirus: Zangrillo, 'seconda ondata? Nessuno lo sa, immaginiamo di no'-Fase 2: guasto alla piscina Cozzi, si allaga nel giorno della riapertura-Coronavirus: Salvini, 'bene Mattarella, non usare sofferenze per attacchi politici'-Brescia: sindaco Del Bono scrive a Collebeato dopo spari a Sprar, 'fare luce' (2)-2 giugno: Fontana, 'domani sarò con Mattarella, grazie per essere qui'-2 giugno: Mattarella, emblema ripartenza, le parole a concerto per vittime Coronavirus-2 giugno: Mattarella, emblema ripartenza, le parole a concerto per vittime Coronavirus (2)-2 giugno: Mattarella, emblema ripartenza, le parole a concerto per vittime Coronavirus (3)-2 giugno: Mattarella, emblema ripartenza, le parole a concerto per vittime Coronavirus (4)-2 giugno: Mattarella, emblema ripartenza, le parole a concerto per vittime Coronavirus (5)-2 giugno: Mattarella, emblema ripartenza, le parole a concerto per vittime Coronavirus (6)-2 giugno: Mattarella, emblema ripartenza, le parole a concerto per vittime Coronavirus (7)-2 giugno: Mattarella, emblema ripartenza, le parole a concerto per vittime Coronavirus (8)-2 giugno: domani sindaco Sala alla cerimonia in Duomo-Fase 2: Mattarella, 'impegno comune, misura e attaccamento a istituzioni'

Come erano le nostre citta’ un secolo fa? Te lo svela Geomemories

Condividi questo articolo:

Geomemories, la geografia della memoria è il progetto lanciato dall’Istituto di Informatica del Cnr che ha l’obiettivo di mappare le trasformazioni che le nostre città hanno subito negli ultimi 100 anni. Ricostruzioni fedeli di come erano 50 o 100 anni fa, un progetto affascinante

Amare i propri luoghi significa anche ricordarli per come erano un tempo e per come li abbiamo vissuti. Dev’essere stato questo il primo pensiero che ha condotto il CNR ed il Ministero dei Beni culturali a sviluppare questo ambizioso progetto in collaborazione con l’Aerofototeca Nazionale di Roma. Geomemories, Le Geografie della Memoria, vuole infatti rendere fruibile via web tutto quel patrimonio di fotografie aeree disponibili negli archivi dell’Aerofototeca Nazionale di Roma: l’unica testimonianza geografica e storica sul territorio italiano, le cui prime riprese risalgono alla fine del 1800 ed attraversano praticamente tutto il 1900.
 
L’ambizione del progetto è la creazione di un atlante disponibile online che permetta a chiunque lo desideri di viaggiare nel tempo per riconoscere o scoprire il volto di un’Italia antica, legata a sviluppi territoriali differenti. Alle immagini saranno legati i contributi di tutti coloro che vorranno arricchire di informazioni, immagini fotografiche e riprese video questo immenso bene storico e geografico in costruzione. I primi progressi di Geomemories sono visibili sul sito www.geomemories.org.
 
Chi fosse in possesso di informazioni e dati utili per il progetto può trovare qui i riferimenti per contattare il gruppo di lavoro. (Vincenzo Nizza)
Questo articolo è stato letto 18 volte.

aerofototeca nazionale, beni culturali, geografie della memoria, geomemories

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net